Guida a Canva: l’app di grafica più amata dai SMM

da | 26 Ott 2022

Senti spesso parlare di Canva e vorresti imparare a utilizzarlo? In questo articolo troverai sicuramente quello che fa per te: ecco una guida che ti farà innamorare di questo programma di grafica tanto semplice quanto completo!

Che cos’è Canva?

Canva è un programma di progettazione grafica che permette a chiunque di mettersi alla prova creando file digitali e dando sfogo alla creatività. La piattaforma è gratuita e molto semplice da utilizzare. È nata nel 2013 e oggi conta più di 60 milioni di iscritti e oltre 7 miliardi di progetti realizzati.

Con Canva è possibile creare progetti di ogni tipo: da brochure a inviti di matrimonio sino a contenuti multimediali per i social. La piattaforma offre numerosi formati tra cui scegliere suddivisi in diverse categorie, tra cui:

  • Copertine, post e reel per i social;
  • Brochure, flyer, menu;
  • Documenti, biglietti da visita, loghi;
  • Presentazioni;
  • Video;

E altro ancora.

Come creare un progetto su Canva?

Siamo arrivati al dunque. Vediamo come creare un vero e proprio progetto partendo da zero… o quasi. Canva prevede una versione gratuita e una PRO che tra i tanti vantaggi comprende un maggior spazio di archiviazione e un catalogo più ampio di contenuti tra cui scegliere.

Per prima cosa per poter utilizzare Canva è necessario iscriversi in modo da avere un profilo personale in cui racchiudere i propri progetti. Una volta compiuto questo passaggio preliminare non ti resta che fare clic su “crea un progetto” e scegliere il tipo di formato più adatto alle tue esigenze o inserire dimensioni personalizzate!

A questo punto puoi decidere se modificare un modello predefinito oppure partire da zero. Il catalogo è ricco di idee tra cui scegliere, puoi trovare quello che fa per te inserendo una parola chiave nella barra di ricerca.

Canva si basa su una tecnologia detta drag and drop ovvero sul fatto che si possa prendere gli elementi che ci servono da un contenitore sulla sinistra e inserirli direttamente nel proprio progetto. Questo rende il programma molto semplice da utilizzare e accessibile a chiunque voglia cimentarsi nella realizzazione di un contenuto grafico.

Sia che tu abbia scelto il modello predefinito sia che tu voglia iniziare tutto da zero, da adesso puoi inserire e modificare qualsiasi elemento tu voglia scegliendo tra:

  • immagini;
  • testi;
  • cornici;
  • elementi animati;
  • video;
  • musica;

e tantissimi altri.

Se preferisci i lavori di gruppo puoi scegliere di condividere la bozza con i tuoi colleghi facendo clic sul “+” in alto a destra e inserendo i loro indirizzi email. Potrete lavorarci tutti contemporaneamente e vedere le modifiche in tempo reale.

Hai terminato il progetto? Bene, è il momento di salvarlo. Questo passaggio può sembrare semplice e scontato ma serve molta attenzione perché il formato che si sceglie può modificare la qualità dell’intero file.

I formati con cui Canva permette di salvare i propri progetti sono:

  • JPG: per il web;
  • PNG: consigliato per immagini di alta qualità e contenuti social;
  • PDF;
  • VIDEO MP4: se il tuo progetto contiene animazioni o transazioni, seleziona questo formato e crea un vero e proprio montaggio video;
  • GIF: per realizzare contenuti nuovi e originali.

Nel prossimo paragrafo andiamo a vedere come utilizzare al meglio gli elementi che la piattaforma mette a disposizione, apri Canva e crea il tuo progetto insieme a noi!

Gli elementi da conoscere

Abbiamo visto come selezionare il formato per creare un progetto su Canva e salvarlo nel modo giusto, a questo punto vediamo quali sono gli elementi che è necessario conoscere per poterli inserire nella propria creazione.

Il testo

Il primo elemento fondamentale è il testo. Per prima cosa aprendo la sezione “testo” puoi selezionare la grandezza che preferisci (modificabile in qualsiasi momento) tra intestazione, sottotitolo o corpo di testo oppure scegliere un formato di testo predefinito.

Compiuta questa scelta puoi impostare il font, il colore, l’effetto e, se vuoi realizzare un video o una GIF, anche l’animazione che lo fa comparire sullo schermo.

Le foto

Altro elemento indispensabile per un contenuto multimediale sono le immagini. Canva ha a disposizione una libreria ricca di immagini e video senza diritti d’autore tra cui scegliere. Scelta la foto da utilizzare puoi aggiungerci un effetto, modificarne la dimensione, impostarla come sfondo, specchiarla, o inserirle in una delle tante cornici e griglie che Canva mette a disposizione.

Se, invece, hai già una foto perfetta da inserire nel tuo progetto trascinala nella barra a sinistra e sarà disponibile per la selezione in pochissimo tempo nella sezione “caricamenti”.

Gli elementi

Tra gli elementi di Canva puoi trovare grafiche di tutti i tipi per abbellire i tuoi progetti: sfondi, pattern, stickers animati e non, e ulteriori elementi utili come linee e forme, gradienti, tabelle, ecc.

I file audio

L’ultimo elemento che citiamo, utile soprattutto per la creazione di contenuti sui social, sono i file audio: anche in questo caso alcuni sono selezionabili direttamente dall’app, in alternativa è possibile aggiungerne di nuovi facendo attenzione a scaricarli da librerie con musica senza diritti d’autore come Sound Cloud e Pixabay.

In conclusione…

Canva è sicuramente una delle migliori piattaforme per la realizzazione di contenuti grafici perché:

  1. È gratuita;
  2. È semplice e intuitiva da utilizzare.

Con questo articolo abbiamo provato a darti tutte le informazioni per iniziare ad utilizzarla in autonomia e cominciare a fare pratica su questa bellissima piattaforma! Continua a sperimentare e non ti arrendere!

Naturalmente questa è solo una delle tante piattaforme utili ai social media manager, ma da qualche parte bisogna pur iniziare, no? In questo articolo ad esempio abbiamo parlato delle migliori app per creare contenuti social, dai un’occhiata!

In ogni caso… noi siamo in ufficio! Quindi se hai bisogno di una consulenza sulla tua strategia social o vuoi rivedere la tua brand image CONTATTACI o passa qua in agenzia, un dolce al pistacchio ti aspetta.

Altri articoli dal nostro Magazine