Storytelling: raccontare storie per un’immagine aziendale di successo

da | 16 Nov 2022

Lo Storytelling si può definire come l’arte di raccontare storie e ha origine nell’antichità sin dalle prime pitture rupestri nelle caverne. L’uomo è un essere sociale ed è proprio attraverso i racconti che immagazzina le informazioni e i ricordi.

Al giorno d’oggi molti parlano di storytelling ma in quanti sanno davvero di cosa si sta parlando? Quanti conoscono gli elementi che compongono una buona storia? Ve lo diciamo noi, pochissimi.

L’accezione negativa dello storytelling

L’azione di raccontare storie a livello aziendale, politico o di marketing oggi è vista come un qualcosa di negativo. La colpa è soprattutto della politica che negli anni ne ha spesso abusato utilizzando lo storytelling per contenuti falsi e costruiti. Parlare di storytelling per le persone equivale a parlare di una tecnica volta a manipolare e convincere gli altri a svolgere una determinata azione.

In realtà raccontare storie non è solo questo, in azienda non si tratta solo di fare un resoconto dei servizi o della sua storia. Significa invece costruire attorno alla realtà aziendale una narrazione che sappia mostrare chi è l’impresa, la sua identità, i suoi valori e tutti i suoi tratti distintivi in modo da umanizzarla e darle un volto.

L’importanza delle emozioni

Quando si racconta una storia è sì importante l’aspetto informativo, ovvero tutto ciò che riguarda l’azienda e i suoi servizi, ma senza la parte irrazionale non si va da nessuna parte. Chi usa lo storytelling deve saper coinvolgere le persone. Un’emozione, infatti, è più facile venga ricordata e assimilata dalla mente umana.

Ma come fare a farsi ricordare? Soprattutto online la soglia di attenzione è davvero bassa e per questo è fondamentale riuscire a coinvolgere subito gli utenti andando a scavare nei loro bisogni e desideri più profondi. Come? Attraverso la costruzione della Buyer Personas.

Quando racconti storie fai vedere al pubblico chi sei, ti avvicini alle persone da un punto di vista umano e cerchi di generare un’emozione per essere ricordato. Uno storyteller è colui che empatizza con il pubblico e si immedesima con quest’ultimo per cercare di coinvolgerlo sempre di più e far sì che si ricordino di lui anche a distanza di tempo.

3 esempi di brand storytelling di successo

Molti brand ormai fanno uso di tecniche di storytelling per costruire una narrazione attorno alla propria realtà che riesca a coinvolgere e a far immedesimare i potenziali clienti.

Ecco 3 esempi di brand storytelling che hanno avuto successo.

IKEA: la gioia di sentirsi a casa

IKEA ormai è conosciuta da tutti e rappresenta la soluzione ideale per arredare casa senza spendere un patrimonio. Ma non è tutto oro quel che luccica e frequentemente i prodotti dell’azienda sono stati definiti poco durevoli nel tempo. Per contrastare questa falsa credenza IKEA ha costruito uno storytelling legato alla nostalgia del lasciare casa per creare una propria famiglia. Negli spot il brand svedese trasforma i suoi prodotti in qualcosa da tramandare di generazione in generazione, da nonna a nipote, da madre a figlio. Hai mai visto uno spot dell’azienda svedese? Ti sembra di essere lì mentre raccontano la storia vero? IKEA punta tanto sull’immedesimazione!

RedBull ti mette le ali

Quando pensi a RedBull la prima cosa che viene in mente è il suo famoso pay-off e il brand ha voluto dimostrarlo in grande stile. Infatti, il 14 ottobre 2012, Felix Baumgartner si è lanciato dallo spazio verso il suolo terrestre con il tentativo di voler battere il record attuale di caduta dallo spazio sponsorizzato proprio da RedBull. È una tipologia di storytelling anche fin troppo audace ma sicuramente il brand ha reso bene l’idea di ciò che vuole comunicare con il suo prodotto.

Mulino Bianco: la famiglia perfetta che tutti vorremmo

La famiglia del Mulino Bianco ormai è entrata nell’immaginario comune e questo grazie al magico storytelling dell’azienda. Il brand ci racconta una storia di famiglia, ci fa vivere la loro vita quotidiana, ci innesca un ricordo e ci fa sognare qualcosa che potremmo desiderare in futuro. D’altronde, chi non sogna la famiglia del Mulino Bianco?

Mulino Bianco fa parte del gruppo Barilla e non a caso anche quest’ultima ha costruito uno storytelling attorno al concetto di casa, del sentirsi nel posto giusto al momento giusto.

In entrambi il tono di voce è semplice e talvolta ironico proprio per permettere al pubblico di immedesimarsi in quelli che sono i valori della famiglia.

In conclusione…

Una storia efficace coinvolge le persone, le fa emozionare e immedesimare in quelli che sono i valori del brand. Se anche tu vuoi costruire un buono storytelling attorno alla tua realtà aziendale CHIAMACI o passa qua in agenzia, studieremo insieme il tuo pubblico e individueremo i valori che più gli stanno a cuore. Ah non dimenticarti che c’è un dolcetto al pistacchio che ti aspetta!

Altri articoli dal nostro Magazine